Con la presente comunicazione si vuole informare delle recenti evoluzioni normative e delle conseguenti opportunità che interessano le aziende energivore (o anche dette energy intensive).

In data 12 dicembre 2018 è stata pubblicata la delibera 644/2018/R/eel da parte di ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Il provvedimento contiene disposizioni finalizzate ad evitare discontinuitànei meccanismi di agevolazione alle imprese a forte consumo di energia elettrica nel passaggio dal 2018 (primo anno del nuovo regime previsto dal DM 21 dicembre 2017) al 2019.

Nella lettera allegata si vogliono indicare i tratti salienti di queste novità normative rendendosi disponibili a ulteriori approfondimenti e valutazioni tecnico economiche.

DELIBERAZIONE N. 644/2018 ARERA

Si informa che l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA)ha pubblicato la Determinazione 644/2018con la quale ha definito nuove disposizioni riguardo l’assegnazione delle classi di agevolazione alle imprese energivore.

In particolare la Determina riporta:

  • la classe provvisoriadi agevolazione viene estesa all’anno 2019 (oltre che per gli anni successivi) per il riconoscimento delle agevolazioni, allo scopo di evitare discontinuità nei passaggi d’anno. Pertanto la classe (definitiva o provvisoria) di agevolazione assegnata per l’anno n-1 viene applicata, quale classe provvisoria di agevolazione per l’anno n, alle imprese per le quali sono ancora in corso controlli sui dati dichiarati relativi all’anno n-1 fino al completamento dei controlli, ovvero non sono ancora concluse le verifiche necessarie all’assegnazione della classe definitiva di agevolazione per l’anno n;
  • la CSEA (Cassa per i servizi energetici e ambientali) procederà allariapertura straordinaria del portale http://energivori.ccse.cc/ a gennaio 2019, per permettere alle imprese aventi titolo di poter essere inserite nell’elenco delle imprese a forte consumo di energia elettrica per gli anni 2017, 2018 e 2019, con una finestra temporale di almeno 15 giorni e non oltre 30 giorni per tale invio straordinario delle dichiarazioni. Si è ritenuto tale provvedimento necessario a causa della particolare complessità delle raccolte di dichiarazioni che si sono susseguite nel corso del 2018;
  • le impreseiscritte al portale CSEA per il riconoscimento delle agevolazioni per l’anno 2018 e ancora sottoposte a verifiche a causa di dati non corretti o disallineamenti, dovranno provvedere a fornire alla Cassa la documentazione integrativa comprovante il rispetto dei requisiti previsti dal DM del 21 dicembre 2017 entro e non oltre il 15 marzo 2019. Decorso tale termine, in caso di mancato invio della documentazione richiesta, la Cassa sostituirà la classe provvisoria di agevolazione precedentemente assegnata a tali imprese con la classe di agevolazione 0 (nessuna agevolazione fiscale).

Per eventuali ulteriori chiarimenti e per un supporto all’operatività si prega di contattare i seguenti riferimenti: